Programmi Propedeutici

GENIUS

GOOD ENERGIES, NAILING INWARDNESS, UNDISCLOSED STRATEGIES.

 

Target: a chi è rivolto?
Professionisti, Manager, Sportivi: chiunque sia interessato a dedicarsi uno spazio di cura di sé, partendo dalla consapevolezza di ciò che sostiene il proprio “star-bene” in contesti sempre maggiormente sfidanti e frenetici. La cornice di riferimento è il self-empowerment, ovvero un percorso di crescita che parte dalla consapevolezza e si orienta allo sviluppo di risorse personali e relazionali. L’approccio è orientato unicamente al presente (fenomenologia) e al futuro (potenziamento), lavorando a livello di strategie comportamentali.

 

Finalità: a cosa serve questo programma? Le finalità sono:

  • Gestione Produttiva dello Stress. Recupero veloce dalla fatica e mantenimento di un buon livello energetico generale.
  • Orientamento e Programmazione proficua dell’Attività Mentale. Uso del “linguaggio macchina” ai fini di Obiettivi e Cambiamento.
  • Rinforzo dell’Autostima. Negoziare con Se Stessi in termini di “pluripossibilità” potenziando il proprio Spazio Interiore.
  • Sviluppo dell’Intuizione e Creatività. Simboli, Metafore, Archetipi: un sistema originale per dialogare con la nostra mente e comprenderne i messaggi.
  • Miglioramento della Comunicazione. Saper generare relazioni interpersonali proficue e costruttive nei vari contesti.
  • Automotivazione e Sensibilizzazione Ecologica. La ricerca interiore come centralità delle proprie risorse e potenzialità.

 

Output: cosa portare a casa da questo percorso?

  • Consapevolezza: punti di forza e aree di miglioramento rispetto al proprio modo di
    concepire, vivere e attraversare il cambiamento.
  • Strumenti: strategie per la gestione di sé nei contesti del quotidiano.
  • Direzionalità: piani d’azione finalizzati all’implementazione dei propri obiettivi.
  • Scopo: sapere, saper fare, saper essere in coerenza con la propria missione

 

Contenuti: quali sono i temi affrontati?

  • Il Sistema Persona e l’elaborazione delle informazioni.
  • Le Tecnologie del Rendimento Psicofisico.
  • La Visualizzazione ed Immaginazione creativa.
  • I Livelli logici dell’agire umano.
  • La Responsabilità del proprio Benessere personale.

 

Metodologia: come si svolgerà il lavoro?
Il percorso seguirà un modello pluralistico ad approccio integrato. Verrà dato spazio all’esperienza e alle esercitazioni, alla riflessione individuale, ai momenti di confronto, sempre sotto la guida attenta del trainer. Le cornici concettuali saranno rappresentate con modelli e schemi, opportunamente chiariti e corredati da esempi ed esercizi.

Co.Me.

LABORATORIO DEL MOVIMENTO. UN PERCORSO DI RICERCA DELL’INTEGRITÀ PSICO-FISICA.

 

Target: a chi è rivolto?

Il Programma è rivolto a tutti coloro che sono interessati a migliorare il rapporto con la propria identità, il proprio schema corporeo, la propria autostima quale concetto complesso e atavico che ha il suo significato nel recupero di quella antica sensazione organismica di “essere il proprio corpo” ed esserne consapevole.
Attraverso una serie di tecniche mirate ad approccio somato-psichico, si propone anche la ricerca della propria identità Maschile e Femminile e la conseguente armonica integrazione. Strumenti saranno il Movimento, il Ritmo, e soprattutto il Corpo stesso quale ponte per la conoscenza dell’altra parte!

 

Finalità: a cosa serve questo programma?
Il training permette:

  • L’Autoconoscenza e la Percezione di Sé
    Esplorare i segmenti corporei ed elaborare nuovi modi di muoverli per liberarli da tensioni e contrazioni che si sono infiltrate profondamente ci permetterà di “ristabilire” il giusto rapporto tra realtà esterna e realtà interna: in un’ottica psicosomatica l’inconscio, oltre che “psichico”, è anche “corporeo”. Far parlare il Corpo significa quindi far parlare l’Inconscio, i suoi simboli e i suoi archetipi.
  • La Direzione dell’Energia
    L’energia, la componente essenziale del movimento. Senza energia c’è stasi, assenza di movimento se non addirittura morte. Poter percepire la sua “voce”, la sua forza, conoscerla, è importante per poterla incanalare nella direzione voluta e lasciarla fluire per non disperderla inutilmente, o prosciugandola in sterili azioni o addirittura bloccandola con conseguenze disastrose per la nostra integrità psicofisica.
  • L’Espressione
    L’espressione è qui intesa come l’ascolto di sé. Da questo ascolto interiore nascono spontaneamente mo(vi)menti di contatto con gli altri, di relazione con lo spazio, con il proprio tempo e la propria energia; è a partire da questo ascolto che ci si può esprimere in modo autentico. Un linguaggio comprensibile perché espressione di stati d’animo, concreto perché corporeo, piacevole perché legato alla nostra sensibilità.

 

Output: cosa portare a casa da questo percorso?

  • Consapevolezza: presa di coscienza del proprio schema corporeo e dell’immagine di sé
    ribaltando l’assioma cartesiano “cogito ergo sum” in “sum ergo cogito”.
  • Movimento: per la generatività di armonia e salute psicosomatica, per la ricerca del
    proprio benessere.
  • Strumenti: per l’integrazione bioenergetica.

 

Contenuti: quali sono i temi affrontati?
Il laboratorio prevede esperienze ed esercitazioni pratiche su:

  • Ascolto corporeo e percezione di Sé.
  • Nascita e consapevolezza del Movimento.
  • Il concetto di Maschile e Femminile.
  • Blocchi e posizioni bioenergetiche.
  • Il Potere del movimento.
  • L’Energia degli elementi.
  • Stati d’animo in azione.
  • Comunicazione e movimento.
  • Creatività, colore e sensazioni.
  • Metafore agite sul Contatto e sulla Relazione.

 

Metodologia: come si svolgerà il lavoro?
La modalità didattica e le tecniche usate in questo percorso formativo ad approccio somato- psichico di tipo esperienziale si avvalgono di diverse discipline e scuole come la bioenergetica, il movimento spontaneo, le tecniche di autodistensione e visualizzazioni guidate, l’arte del combattimento, l’uso della maschera, il role-play, la programmazione neurolinguistica, il gioco… Approcci interdisciplinari nel tentativo di rendere il partecipante maggiormente consapevole della sua storia e dei suoi vissuti “scritti nelle pieghe” del suo corpo, dei suoi conflitti, della qualità delle sue relazioni, della sua potenzialità ed energia che egli può attingere permettendo libertà ad una comunicazione non verbale e ad un movimento dell’essere psicofisico in maniera non usuale per fare il punto sugli aspetti più salienti della sua personalità.
Per gioire della sua fisicità che “pensa”.

TROVO

ALLA RICERCA E SCOPERTA DI SE’.

 

Target: a chi è rivolto?

Chiunque, over 45 anni, sia interessato a dedicarsi uno spazio di cura di sé, per fare il Punto sul proprio Benessere, sulla propria Capacità di Resilienza, per cogliere Opportunità, per stimolare ancora la Volontà di evolvere accedendo alle proprie Risorse interne. Come sempre la cornice di riferimento è il self-empowerment, ovvero un percorso di strategie comportamentali che permetta l’apertura a nuove possibilità (pluripossibilità) di sviluppo per poter operare delle scelte in accordo con i propri principi, in piena responsabilità di gestione e controllo della propria esistenza. Sapere, Saper Fare, Saper Essere protagonista della propria storia.

 

Finalità: a cosa serve questo programma?
Le finalità sono:

  • Punto rotta: dov’ero, dove sono, dove sarò. Acquisizione della consapevolezza di sé.
  • Recupero di Motivazioni e Risorse. Come superare ostacoli e difficoltà.
  • Ristrutturazione dei Contenuti. Le Occasioni per trasformare la propria realtà.
  • Gli Strumenti disponibili. La Cassetta degli attrezzi per le strategie gestionali efficaci.
  • Gli Obiettivi. I Piani d’Azione per concretizzare lo stato desiderato.

 

Output: cosa portare a casa da questo percorso?

  • Consapevolezza: punti di forza e aree di miglioramento rispetto al proprio modo di concepire, vivere e attraversare il cambiamento.
  • Strumenti: strategie per la gestione di sé nei contesti del quotidiano.
  • Direzionalità: piani d’azione finalizzati all’implementazione dei propri obiettivi.
  • Scopo: sapere, saper fare, saper essere in coerenza con la propria missione.

 

Contenuti: quali sono i temi affrontati?

  • Traguardi: Rotte e Direzioni.
  • Resilienza: l’Arma nascosta.
  • Opportunità: cogliere l’Attimo.
  • Volontà: le Risorse interne.
  • Oggi: il Qui ed Ora per andare oltre.

 

Metodologia: come si svolgerà il lavoro?
Il percorso, con un timing week-end full per tema trattato, si avvale di un approccio psico-fisico integrato e può essere articolato e progettato in base alle esigenze della committenza. Verrà dato spazio all’esperienza e alle esercitazioni, alla riflessione individuale, ai momenti di confronto, sempre sotto la guida attenta del trainer. Le cornici concettuali, rappresentate con modelli e schemi, vengono opportunamente chiariti da esempi ed esercizi.

Iscriviti alla Newsletter
* = campo richiesto!

powered by MailChimp!